ROSAJANSKI DOLUNO - Dulïna se nalaža tu-w Reġuni Friuli-Venezia Giulia. Göra Ćanïnawa na dilä di mërä ta-mi to Laško anu to Buško nazijun.
State ascoltando, ITALY RVR Radio Val Resia.Le trasmissioni in Lingua Resiana sono a cura di Tiziano Quaglia.Saranno trasmissioni settimanali dalla Domenica fino al Sabato successivo con i seguenti orari: Ore 13:00 e Ore 21:00 tutti i giorni. Ci sarà anche una edizione notturna alle ore 03:00 per favorire gli ascolti da oltre Oceano ( ore 20-21-22 in U.S.A. e intero continente Americano).---- You are listening to, ITALY RVR Radio Val Resia.Le broadcasts Resian Language are by Tiziano Quaglia. They will be broadcast weekly from Sunday until next Saturday at the following times: 13:00 and 21:00 every day. There will also be a night edition at 03:00 order to attract listeners from overseas (20-21-22 hours in the US and the American continent)


IL SITO DEDICATO A TUTTO IL POPOLO RESIANO CHE TENACEMENTE CONTINUA A DIFENDERE LINGUA,CULTURA E TRADIZIONE


Il Popolo Resiano, lotta contro l'imposizione all'appartenenza alla Minoranza Nazionale Slovena

mercoledì 13 agosto 2008

LE CARTE D'IDENTITA' BILINGUI

E' di questi giorni la notizia della disponibilità di carte d'identità bilingui italiano - slovenoin 18 Comuni della fascia confinaria della provincia di Udine che mai hanno avuto presente sul territorio la minoranza nazionale slovena, come testimonia la millenaria loro storia, le aspirazioni delle comunità presenti e gli stessi statuti comunali. Pertanto un ulteriore illegittimo tentativo di slovenizzazione delle Valli del Natisone, del Torre e di Resia, aggravato dal fatto che i Comuni interessati non hanno nemmeno recepito la legge n°38/01 di tutela della minoranza slovena che prevede il bilinguismo italiano - sloveno. Perciò, salvo ingannare la legge con le nuove gravi conseguenze, nessun Comune appare autorizzato a rilasciare tali documenti bilingui sia con la denominazione del Comune in lingua slovena sia con quella conforme "alle tradizioni e agli usi locali", eventualmente adottata con riferimento alla legge n°482/99. L'offerta delle carte di identità bilingue in provincia di Udine appare pertanto un ulteriore ingiustificato tentativo di spacciare per sloveni gli abitanti autoctoni italiani. Uno spreco di denaro pubblico che in realtà alimenta solo le contrapposizioni sociali in una zona già in difficoltà per la sua emarginazione territoriale. Chi è il regista di tutto ciò? Dov'è il rispetto delle leggi e dei diritti costituzionali? A chi il compito di tutelarli?


Sergio Mattelig


presidente Lega Slavia Friulana


San Pietro al Natisone


Articolo pubblicato sul Messaggero Veneto del 4 Agosto 2008

Nessun commento :

Posta un commento