ROSAJANSKI DOLUNO - Dulïna se nalaža tu-w Reġuni Friuli-Venezia Giulia. Göra Ćanïnawa na dilä di mërä ta-mi to Laško anu to Buško nazijun.
State ascoltando, ITALY RVR Radio Val Resia.Le trasmissioni in Lingua Resiana sono a cura di Tiziano Quaglia.Saranno trasmissioni settimanali dalla Domenica fino al Sabato successivo con i seguenti orari: Ore 13:00 e Ore 21:00 tutti i giorni. Ci sarà anche una edizione notturna alle ore 03:00 per favorire gli ascolti da oltre Oceano ( ore 20-21-22 in U.S.A. e intero continente Americano).---- You are listening to, ITALY RVR Radio Val Resia.Le broadcasts Resian Language are by Tiziano Quaglia. They will be broadcast weekly from Sunday until next Saturday at the following times: 13:00 and 21:00 every day. There will also be a night edition at 03:00 order to attract listeners from overseas (20-21-22 hours in the US and the American continent)


IL SITO DEDICATO A TUTTO IL POPOLO RESIANO CHE TENACEMENTE CONTINUA A DIFENDERE LINGUA,CULTURA E TRADIZIONE


Il Popolo Resiano, lotta contro l'imposizione all'appartenenza alla Minoranza Nazionale Slovena

sabato 20 settembre 2008

Lingue e Dialetti

COSI' SI RINFOCOLANO ANTICHE DIATRIBE


Le note di dissenso espresse dal Consigliere Regionale del Pd Igor Gabrovec e del segretario regionale della Slovenska  Skupnost Damijan Terpin sulla proposta di legge del centro-destra mirante a valorizzare i dialetti e le parlate locali del F.V.G. non fanno altro che rinfocolare annose diatribe sull'appartenenza o meno dei dialetti parlati nel resiano, nelle valli del Torre e del Natisone alla matrice slovena. Senza entrare nel campo dell'aspetto storico e culturale, che lascio agli esperti, vorrei solo sottolineare che nella nostra Regione già esiste una legge di tutela dello sloveno. Se tutti coloro i quali si sentono di appartenere alla minoranza slovena presente storicamente nei nostri territori proponessero un censimento per definire con chiarezza la propia identità e per avvallare il peso della propia numerosità, si potrebbe forse evitare di discutere ancora inutilmente di matrice slave, protoslave o di tentativi di slovenizzazione di cui tale minoranza viene talora tacciata. Avere il coraggio di affermare la propia identità, in un paese democratico come il nostro, senza scendere a toni di querelle del dopoguerra, potrebbe facilitare la comprensione reciproca, la valorizzazione della peculiarità delle propie radici in uno spirito di integrazione e non di sopraffazione.


Dottoressa Manuela Quaranta Spacapan


Moglie del compianto Consigliere Regionale Mirko Spacapan di Nazionalità Slovena

3 commenti :

  1. Censimento? Sarebbe opportuno intervenire su questo fronte per risolvere parte del problema. Avere il coraggio,-come dice Lei- di affermare la propia identità, in un paese democratico come il nostro, è corretto. Per la prima volta un esponete della Minoranza Nazionale Slovena parla di censimento degli Sloveni in Friuli V.G. e questo è molto importante.

    RispondiElimina
  2. utente anonimo28 marzo 2009 23:20

    Mi dispiace darle una brutta notizia, ma la signora Quaranta non fa parte della COMUNITà SLOVENA!

    RispondiElimina
  3. utente anonimo5 maggio 2009 22:02

    un utente anonimo sottolinea la mia NON appartenenza alla COMUNITA' SLOVENA. 15 anni di vita con un membro di tale comunità ,mio marito Mirko Spacapan, mi hanno permesso di conoscere e frequentare la minoranza slovena, di impararne la lingua, e di constatarne la tendenziale chiusura verso chi sloveno non è..siamo molto lontani da una reale integrazione,forse neppure voluta..e le incomprensioni persistono..

    dott.a Manuela Quaranta Spacapan, di nazionalità italiana, moglie di Mirko Spacapan, di nazionalità slovena e di cittadinanza italiana e slovena

    RispondiElimina