ROSAJANSKI DOLUNO - Dulïna se nalaža tu-w Reġuni Friuli-Venezia Giulia. Göra Ćanïnawa na dilä di mërä ta-mi to Laško anu to Buško nazijun.
State ascoltando, ITALY RVR Radio Val Resia.Le trasmissioni in Lingua Resiana sono a cura di Tiziano Quaglia.Saranno trasmissioni settimanali dalla Domenica fino al Sabato successivo con i seguenti orari: Ore 13:00 e Ore 21:00 tutti i giorni. Ci sarà anche una edizione notturna alle ore 03:00 per favorire gli ascolti da oltre Oceano ( ore 20-21-22 in U.S.A. e intero continente Americano).---- You are listening to, ITALY RVR Radio Val Resia.Le broadcasts Resian Language are by Tiziano Quaglia. They will be broadcast weekly from Sunday until next Saturday at the following times: 13:00 and 21:00 every day. There will also be a night edition at 03:00 order to attract listeners from overseas (20-21-22 hours in the US and the American continent)


IL SITO DEDICATO A TUTTO IL POPOLO RESIANO CHE TENACEMENTE CONTINUA A DIFENDERE LINGUA,CULTURA E TRADIZIONE


Il Popolo Resiano, lotta contro l'imposizione all'appartenenza alla Minoranza Nazionale Slovena

venerdì 10 ottobre 2008

Sloveno: Nessun esame superato

Dante Del Medico, Presidente della Zveza Slovenskih Izseljencev Furlanie Juliske Krajne - Unione emigranti sloveni di Cividale del Friuli -, sostiene, in sostanza, che in Provincia di Udine la Lingua Slovena, pur avendo superato l'esame, viene ora addirittura negata dalla proposta di legge regionale di tutela dei dialetti locali, asseritamente chiesta senza motivazione seria, da Consiglieri Regionali di centro-destra. E' affermazione non corretta,perchè non risulta che la Lingua Slovena, cioè la Minoranza Linguistica Slovena, sia mai stata riconosciuta presente in Provincia di Udine, nè dagli statuti comunali e nemmeno dalle varie associazioni culturali presenti. Quindi nessun esame superato. Che alcuni sindaci della Slavia Friulana abbiano chiesto, in seguito a un'ingiusta inclusione dei loro comuni nell'ambito di tutela della minoranza Slovena, interpreti e traduttori di Lingua Slovena non prova nulla sul piano dell'identità linguistica, storica e accademica. Dimostra soltanto il mancato rispetto dei principii fondamentali. Altrettanto non corretta risulta l'affermazione che riguarda la non motivata proposta di legge Regionale di tutela dei dialetti slavofoni storicamente parlati in Provincia di Udine. Infatti detti dialetti, da molti definiti Sloveni, ma in realtà di origine Slava, erano già tutelati da due leggi Regionali poi ingiustamente abrogate con l'arrivo delle leggi di tutela degli Sloveni. Pertanto la proposta attuale non costituisce novità. Mira invece a ripristinare la tutela già goduta e, come detto, ingiustamente abolita. Inoltre, trattasi anche di proposta ampiamente motivata, presentata, in particolare per la Slavia Friulana, dal Consigliere Roberto Novelli di Cividale del Friuli, su richiesta delle comunità linguistiche slavofone storicamente presenti sul territorio che non si riconoscono nella minoranza Slovena. Non si sentono di patria Slovena. Non intendono tradire la storia nè i sacrifici vissuti per oltre un millennio dai propi antenati sul territorio Friulano. Meraviglia comunque la difesa della Lingua Slovena da parte del Signor Dante Del Medico, perchè non risulta che gli emigrati della Slavia Friulana, che dice di rappresentare, si siano mai riconosciuti nella minoranza linguistica Slovena. In democrazia, però, tutti hanno diritto di dire il propio pensiero.


Sergio Mattelig


Presidente Lega della Slavia Friulana


San Pietro al Natisone


Lettera tratta dal Messaggero Veneto del 9 ottobre 2008

Nessun commento :

Posta un commento