ROSAJANSKI DOLUNO - Dulïna se nalaža tu-w Reġuni Friuli-Venezia Giulia. Göra Ćanïnawa na dilä di mërä ta-mi to Laško anu to Buško nazijun.
State ascoltando, ITALY RVR Radio Val Resia.Le trasmissioni in Lingua Resiana sono a cura di Tiziano Quaglia.Saranno trasmissioni settimanali dalla Domenica fino al Sabato successivo con i seguenti orari: Ore 13:00 e Ore 21:00 tutti i giorni. Ci sarà anche una edizione notturna alle ore 03:00 per favorire gli ascolti da oltre Oceano ( ore 20-21-22 in U.S.A. e intero continente Americano).---- You are listening to, ITALY RVR Radio Val Resia.Le broadcasts Resian Language are by Tiziano Quaglia. They will be broadcast weekly from Sunday until next Saturday at the following times: 13:00 and 21:00 every day. There will also be a night edition at 03:00 order to attract listeners from overseas (20-21-22 hours in the US and the American continent)


IL SITO DEDICATO A TUTTO IL POPOLO RESIANO CHE TENACEMENTE CONTINUA A DIFENDERE LINGUA,CULTURA E TRADIZIONE


Il Popolo Resiano, lotta contro l'imposizione all'appartenenza alla Minoranza Nazionale Slovena

venerdì 28 novembre 2008

ANCHE IL RESIANO TRA LE LINGUE DA SALVARE

L'impegno a chiedere la modifica della legge 482, che tutela la lingua Friulana, Slovena e Germanica, affinchè anche il Resiano il Natisoniano e il Po-nasen, dialetti slavofoni, vengano riconosciuti e salvaguardati come Lingue. E' la posizione assunta dal Consiglio Provinciale che, approvato un ordine del giorno presentato dal capogruppo del Pdl Renato Carlantoni, ha deciso di sostenere la modifica della 482. Con il documento, quindi, l'assemblea impegna la Giunta Provinciale di Udine, guidata da Pietro Fontanini, a farsi promotrice nei confronti della Regione, del Governo e del Parlamento, della necessità di allargare l'elenco delle Lingue tutelate con la 482. Legge che già menziona le comunità Linguistiche storiche presenti in Val Resia e nelle Valli del Natisone e del Torre, ma le ricomprende, garantendo contributi per l'attuazione di iniziative in favore di quei dialetti, nel più ampio bacino della minoranza linguistica slovena. E' invece per la Provincia vanno differenziate. "Aver deciso di assumersi quest'impegno - ha detto Carlantoni -, è un passo importante per la minoranze linguistiche e un successo per comunità che da anni si battono per avere un riconoscimento di quella che è una vera e propia Lingua e che quindi, come tale, va riconosciuta e difesa. Non esiste alcuna contrapposizione con le altre Lingue tutelate - conclude  il capogruppo del Pdl - ma semplicemente la volontà di salvaguardare e di pari dignità con le altre Lingue riconosciute in Friuli Venezia Giulia".


Tratto dal Messaggero Veneto di venerdì 28 novembre 2008

1 commento :

  1. Un saluto da Gio-Sisu


    Vedi link al tuo sito, se non fossi d'accordo per favore fammi sapere.

    RispondiElimina