ROSAJANSKI DOLUNO - Dulïna se nalaža tu-w Reġuni Friuli-Venezia Giulia. Göra Ćanïnawa na dilä di mërä ta-mi to Laško anu to Buško nazijun.
State ascoltando, ITALY RVR Radio Val Resia.Le trasmissioni in Lingua Resiana sono a cura di Tiziano Quaglia.Saranno trasmissioni settimanali dalla Domenica fino al Sabato successivo con i seguenti orari: Ore 13:00 e Ore 21:00 tutti i giorni. Ci sarà anche una edizione notturna alle ore 03:00 per favorire gli ascolti da oltre Oceano ( ore 20-21-22 in U.S.A. e intero continente Americano).---- You are listening to, ITALY RVR Radio Val Resia.Le broadcasts Resian Language are by Tiziano Quaglia. They will be broadcast weekly from Sunday until next Saturday at the following times: 13:00 and 21:00 every day. There will also be a night edition at 03:00 order to attract listeners from overseas (20-21-22 hours in the US and the American continent)


IL SITO DEDICATO A TUTTO IL POPOLO RESIANO CHE TENACEMENTE CONTINUA A DIFENDERE LINGUA,CULTURA E TRADIZIONE


Il Popolo Resiano, lotta contro l'imposizione all'appartenenza alla Minoranza Nazionale Slovena

giovedì 30 aprile 2009

VERGOGNA




Questo video è datato 2007, il Gruppo Folkloristico Triglav Eslovenia  si esibisce al Escenario Colectividades 2007 Rosario in Argentina.  Appena trovato su YuoTube mi sono leggermente alterato. E Voi?  BUONA VISIONE---->  http://www.youtube.com/user/Turan1964 



19 commenti :

  1. utente anonimo1 maggio 2009 12:52

    Bisogna difendere ciò che ci appartiene, anche per vie legali se necessario


    Alba Di Lenardo Vissach

    RispondiElimina
  2. utente anonimo1 maggio 2009 19:52

    Ciao Franco ,ho appena guardato il Video che hai inserito,per dire il vero ho guardato soltanto neanche la meta ,poi mi sono messo quasi a Vomitare,sono alquanto sconcertato per quanto riguarda questa messinscena ,ma non hanno altro da fare che copiare le nostre danze (poi pure ballano male)e il bello se tu hai letto i commenti ,penso di si ,"L`amico"rusica sostiene che si trattano di Resiani immigrati in Argentina ,ma fammi un piacere va`.

    Sarebbe forse il caso di informare la Presidentessa dell Gruppo Folcloristico Val Resia se non sbaglio dovrebbe essere la Catia Quaglia e chiederle un parere su questa vicenda.Non so quanto possa influire il nostro Parere ,ma forse o magari la vede anche lei come dell resto molti di noi per una vergogna in che modo ne approfittano e abusano dei diritti d´Autore delle nostre Musiche e Danze

    Saluti G.Pola

    RispondiElimina
  3. utente anonimo5 maggio 2009 12:07

    a me viene da piangere!! E non è un modo di dire!! ma perchè nessuno fa nulla? e' come se ci volessero rubare l' anima!

    sono molto triste

    ATREA74

    RispondiElimina
  4. Rispondo al commento 2 di Giorgio Pola, dicendo che è propio Catia Quaglia il Presidente del Gruppo Folkloristico Val Resia, ma sinceramente non credo in una sua iniziativa. Figurati se Lei prende iniziative per difendere la nostra Zitera contro Gruppi Folkloristici Sloveni che vanno in giro per il mondo a ballare e suonare la nostra Musica facendola passare per tradizione Slovena. No, sarà impossibile.

    RispondiElimina
  5. utente anonimo7 maggio 2009 17:40

    Il presidente del gruppo folkloristico è la signora PAMELA PIELICH (e non aggiungo altro)

    RispondiElimina
  6. utente anonimo7 maggio 2009 20:12

    Dopo un po di ricerche ho trovato che il Presidente dell Gruppo non e´piu la Catia Quaglia ma il Di Lenardo Maurizio di Oseacco ,poi ho scritto una E.Mail anche alla sede dell Gruppo con tanto di video sperando che almeno uno risponda .Vedremo che succede nei prossimi giorni.

    Saluti G.Pola

    RispondiElimina
  7. Il commento 5 non è firmato. Peccato.

    Giorgio, sinceramente le ultime notizie mi davano ancora Catia Quaglia come Presidente, credo comunque che purtroppo tu non riceverai nessuna risposta. Anche in questo caso dico -purtroppo-.

    E pensare che circa 2 anni fa, io , ho ricevuto una lettera di "richiamo"( vi ricordate ) da parte di un Avvocato, solo perchè -secondo loro- avrei messo senza autorizzazione 2 foto del Gruppo Folkloristico Val Resia.

    Ma!

    E adesso, con questi Gruppi Sloveni come si comporteranno?

    Ma!

    FATE VOI LE VOSTRE CONCLUSIONI.

    RispondiElimina
  8. utente anonimo8 maggio 2009 10:31

    Attualmente il Presidente del Gruppo Folcloristico è la Pamela Pielich, Di Lenardo Maurizio era un paio di anni fa.Io comunque confido in una risposta alla mail di Giorgio.

    Ciao


    Fiore

    RispondiElimina
  9. Opss, ieri ho clamorosamente sbagliato il nome del Presidente del Gruppo Folkloristico Val Resia. Ebbene, l'attuale è propio Pamela Pielich. Chiedo scusa per l'errore, e grazie a Fiore per il suo tempestivo intervento.

    Già che sono qui, vi potrei invitare a contattare i responsabili del Direttivo del sodalizio per invitarli a prendere tutte quelle iniziative volte alla difesa della Resianità della nostra Zitera.

    Invito pertanto il nostro Amico Giorgio P. ad comunicarci l'indirizzo Meil del Gruppo Folkloristico Val Resia.

    Ciao

    RispondiElimina
  10. utente anonimo9 maggio 2009 19:52

    Chiedo anch`io scusa per l´errore riguardo il Presidente dell Gruppo Val Resia ,e per quanto riguarda una risposta alla mia E.Mail ,fino ad ora non ho ricevuto ancora nessuna risposta,l´indirizzo a cui ho scritto si tratta dell seguente:

    Rosajanskidum@Libero.it

    Ciao Giorgio

    RispondiElimina
  11. utente anonimo13 maggio 2009 21:54

    Durante una manifestazione di musica popolare trasmessa dalla Tv di

    Lubiana il 24 aprile 1974, si è esibito un gruppo folkloristico,

    suonando, ballando, cantando con i tipici costumi Resiani. Una cosa è

    certa, non erano Resiani.

    Probabilmente i diretti interessati sono informati ed approvano.

    RispondiElimina
  12. utente anonimo15 maggio 2009 11:56

    ...la pielich,per il folklore sta facendo tanto..eravate presenti all 170esimo?un trionfo..siete mai entrati nella casa della cultura?tutto in ordine,tutto nuovo,bar fornitissimo..alle prove il sabato sera siete mai andati?pieno di giovani che ballano e suonano,bambini,gente al chiosco che parla beve e si diverte...per quanto riguarda il folk tarocco penso che non ne sia a conoscenza,e che non approvi neppure lei.....

    n.b.nella casa della cultura mi sembra facciano le prove un giovane coro di resia,qualcuno aquesti volenterosi nego i locali.............

    RispondiElimina
  13. utente anonimo15 maggio 2009 18:28

    "Durante una manifestazione di musica popolare trasmessa dalla Tv di

    Lubiana il 24 aprile 1974, si è esibito un gruppo folkloristico,

    suonando, ballando, cantando con i tipici costumi Resiani. Una cosa è

    certa, non erano Resiani.

    Probabilmente i diretti interessati sono informati ed approvano."

    utente anonimo

    1974,ma guarda che siamo nell 2099

    certo che ne e´passato del tempo

    RispondiElimina
  14. utente anonimo17 maggio 2009 19:53

    io abito qui da 26 anni e Resia fa parte di me.parlo il resiano naturalmente come posso ma vedere certe cose fa male e fa sicuramente rigirare i nostri grandi vecchi e saggi.cultori di una rara ed unica cultura. dobbiamo render noto a tutta la popolazione qullo che abbiamo visto in questi video.dare in pasto gli impostori a chi pùo veramente fare qualcosa.aniza 63

    RispondiElimina
  15. utente anonimo18 maggio 2009 08:53

    In riferimento al commento nr. 12 in particolare alla frase "...nella casa della cultura mi sembra facciano le prove un giovane coro di resia,qualcuno aquesti volenterosi nego i locali............."... no comment! ad una persona che fa allusioni velate per dire cosa poi?

    Fiore

    RispondiElimina
  16. utente anonimo18 maggio 2009 16:49

    la pamela pielich è una ragazza più che in gamba che sta facendo tantissimo per il nostro folklore.

    chi ha inserito commenti negativi si vergogni.voi che predicate tanto cosa state facendo oltre alle chiacchiere??

    RispondiElimina
  17. utente anonimo19 maggio 2009 19:35

    Bene,dopo tanti trallatralla,ho spedito al Franco"Turan64" la risposta inviatami dalla Sig.a Pielich.

    Che la Sig.a Pielich sia una brava ragazza nessuno lo mette in dubbio anzi sono convinto anch´io che faccia con il Gruppo e per il Gruppo Folcloristico parecchio,e se lei legge attentamente tutti i commenti nessuno ha criticato nessuna persona dell Direttivo dell gruppo.

    Una cosa ancora voglio precisare la Mail di risposta alla mia domanda che la Sig.a Pielich gentilmente mi ha spedito l´ho fatta pubblicare solo con l´autorizzazione della stessa Sig.a Pielich che naturalmente ancora una volta ringrazio .Percio sarebbe anche il caso che tutti noi leggessimo ATTENTAMENTE quanto scrive la Sig.a Pielich riguardo questa vicenda

    Tanti saluti

    G.Pola

    RispondiElimina
  18. Buongiorno Signor Pola,


    La ringrazio per la cortese segnalazione.

    Il nostro gruppo folk è a conoscenza, ormai da 40 anni, della presenza di

    gruppi folkloristici, cori, bande, orchestre, cantanti, rock band, artisti

    jazz, ... italiani ed esteri che riprongono brani della tradizione musicale

    resiana.

    Come ben saprà, la musica resiana è considerata musica popolare e quindi non

    è coperta dai diritti d'autore e dai diritti SIAE quindi tutti possono

    riproporla.

    E' un pò quanto avviene per altre realtà folk, pensi alla tarantella ormai

    ballata da tutti, alla ghironda, ai balli latinoamericani, ...

    Comunque, per evitare stravolgimenti gratuiti e utilizzo improprio della

    nostra immagine abbiamo più volte provveduto a segnalare ai diretti

    interessati questa spiacevole situazione.

    Anche negli ultimi tempi siamo intervenuti, sostenuti anche da AGFF -

    l'associazione fra i gruppi folkloristici del Friuli Venezia

    Giulia, segnalando spiacevoli situazioni. Abbiamo inoltre provveduto a

    registrare il marchio, la data di fondazione e il nome del Gruppo

    Folkloristico "Val Resia" in modo da tutelare almeno il possibile.

    C'è stato anche un incontro, sempre in seno all'associazione regionale, con

    un gruppo italiano che addirittura posside costumi molto simili ai nostri e

    propone danze della Val Resia. Cortesemente abbiamo chiesto di evitare

    scalette nelle quali fosse presente anche la nostra danza, almeno entro i

    confini nazionali.

    Questo, purtroppo, è tutto quello che possiamo fare sperando anche che i

    gruppi che ripropongono la nostra musica abbiano almeno la cortesia di

    sottolineare la provenienza dei balli e delle musiche (e di solito, tranni

    rari casi, lo fanno).


    Ancora grazie per il Suo intervento, rimango a disposizione per eventuali

    altri chiarimenti.


    Saluti,


    Pamela Pielich

    Gruppo Folkloristico "Val Resia"


    RispondiElimina
  19. Come potete vedere io Amo la verità. Apprezzo le parole di Pamela, e lei sa che io rispetto il suo pensiero, perchè è l'unica in Valle che mi si è dichiarata Slovena. Disprezzo invece quelle persone che davanti dicono una cosa, e dietro ne fanno un'altra. Mandi

    RispondiElimina