ROSAJANSKI DOLUNO - Dulïna se nalaža tu-w Reġuni Friuli-Venezia Giulia. Göra Ćanïnawa na dilä di mërä ta-mi to Laško anu to Buško nazijun.
State ascoltando, ITALY RVR Radio Val Resia.Le trasmissioni in Lingua Resiana sono a cura di Tiziano Quaglia.Saranno trasmissioni settimanali dalla Domenica fino al Sabato successivo con i seguenti orari: Ore 13:00 e Ore 21:00 tutti i giorni. Ci sarà anche una edizione notturna alle ore 03:00 per favorire gli ascolti da oltre Oceano ( ore 20-21-22 in U.S.A. e intero continente Americano).---- You are listening to, ITALY RVR Radio Val Resia.Le broadcasts Resian Language are by Tiziano Quaglia. They will be broadcast weekly from Sunday until next Saturday at the following times: 13:00 and 21:00 every day. There will also be a night edition at 03:00 order to attract listeners from overseas (20-21-22 hours in the US and the American continent)


IL SITO DEDICATO A TUTTO IL POPOLO RESIANO CHE TENACEMENTE CONTINUA A DIFENDERE LINGUA,CULTURA E TRADIZIONE


Il Popolo Resiano, lotta contro l'imposizione all'appartenenza alla Minoranza Nazionale Slovena

giovedì 7 febbraio 2013

L’allarme di Resia: Uccea è isolata dopo i tagli ai bus

I tagli sul trasporto pubblico locale decisi dalla Saf hanno, di fatto, isolato la borgata di Uccea. Per questo il sindaco Sergio Chinese ha preso carta e penna rivolgendosi al presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini, ente che ha la delega della gestione del trasporto pubblico.
«Sopprimere l’unico collegamento pubblico di cui Uccea poteva disporre, quello del venerdì con Tarcento – tuona Chinese – dimostra lo scarso interesse che c’è per le borgate di montagna. Si parla tanto della necessità di mantenere un presidio sui territori più marginali e di porre maggiore attenzione a coloro che scelgono di restare a vivere in montagna, e poi si eliminato i servizi esistenti? A Uccea – continua il sindaco di Resia – già non funzionano i telefoni fissi e non c’è la copertura di quelli cellulari. Vogliamo eliminare anche il trasporto pubblico? E dopo? Saranno trasferite forzatamente le otto persone che ancora vivono in quel paese, tutte con un’età superiore ai sessant’anni?». Per tutte queste ragioni Chinese ha chiesto l’intervento della Provincia di Udine, che potrebbe ripristinare il servizio o istituirne uno ad hoc per collegare Uccea con il fondovalle. Questo almeno è l’auspicio del sindaco.

Tratto dal MESSAGGERO VENETO del 4 febbraio 2013

Nessun commento :

Posta un commento