ROSAJANSKI DOLUNO - Dulïna se nalaža tu-w Reġuni Friuli-Venezia Giulia. Göra Ćanïnawa na dilä di mërä ta-mi to Laško anu to Buško nazijun.
State ascoltando, ITALY RVR Radio Val Resia.Le trasmissioni in Lingua Resiana sono a cura di Tiziano Quaglia.Saranno trasmissioni settimanali dalla Domenica fino al Sabato successivo con i seguenti orari: Ore 13:00 e Ore 21:00 tutti i giorni. Ci sarà anche una edizione notturna alle ore 03:00 per favorire gli ascolti da oltre Oceano ( ore 20-21-22 in U.S.A. e intero continente Americano).---- You are listening to, ITALY RVR Radio Val Resia.Le broadcasts Resian Language are by Tiziano Quaglia. They will be broadcast weekly from Sunday until next Saturday at the following times: 13:00 and 21:00 every day. There will also be a night edition at 03:00 order to attract listeners from overseas (20-21-22 hours in the US and the American continent)


IL SITO DEDICATO A TUTTO IL POPOLO RESIANO CHE TENACEMENTE CONTINUA A DIFENDERE LINGUA,CULTURA E TRADIZIONE


Il Popolo Resiano, lotta contro l'imposizione all'appartenenza alla Minoranza Nazionale Slovena

venerdì 29 marzo 2013

ELEZIONI PROVINCIALI DI UDINE

Articolo aggiornato al 7 aprile 2013




PER FONTANINI PRESIDENTE

Amici Resiani e Friulani, Vi invito a votare il Movimento Autonomista Friulano alle prossime Elezioni Provinciali di Udine del 21 e 22 Aprile. 
Un Movimento Autonomista, che ha nel suo programma la difesa e la valorizzazione di tutte le Minoranze Storiche esistenti in Friuli, tra cui quella Resiana, che, con la  sua Cultura, le sue Tradizioni, e la sua Lingua (riconosciuta dall'Unesco), è sicuramente la Perla del Nostro Amato Friuli. 




Fontanini: sì alla mega Provincia,
no all’Associazione dei comuni


Il candidato del centrodestra alla presidenza di palazzo Belgrado: la Regione deve sviluppare di più la competenza legislativa. E per gestire la viabilità si punta alla fusione di Autovie Venete, Fvg-strade e Provincia.


No all’abolizione della Provincia e al ritorno delle Associazione per lo sviluppo territoriale (Aster). Il presidente uscente della Provincia, Pietro Fontanini, in veste di candidato alla presidenza dell’ente di palazzo Belgrado, propone una mega provincia che unisce Udine, Gorizia e Pordenone in grado di tutelare il popolo friulano e di sostituire la Regione nella gestione dei servizi. «La Regione - ha spiegato Fontanini nel corso della conferenza stampa di presentazione del suo programma - deve sviluppare di più la sua competenza legislativa, non può limitarsi solo a ratificare le norme emanate dal Governo. Spero che il prossimo Consiglio regionale si occupi meno dei contributi alle parrocchie e alle bocciofile e di più dei contatti di area vasta con i vicini paesi europei».
Il presidente ha spiegato, infatti, che il modello trentino delle province autonome non è proponibile in Friuli perché richiederebbe «un passaggio in Parlamento e di questi tempi sarebbe un suicidio».
Allo stesso modo la coalizione che sostiene Fontanini (Pdl, Lega, Udc, Fli-La Destra e Movimento autonomista friulano) punta sulla creazione di Comuni con un minimo di 5 mila abitanti. Il presidente, invece, da sempre contrario alla costituzione di Friuli Venezia Giulia strade, si è detto convinto che «per gestire al meglio la viabilità ex Anas bisogna arrivare alla fusione tra Autovie Venete, Fvg strade e la Provincia, creando una società presente a livello territoriale».

Tratto dal Messaggero Veneto  del 2 aprile 2013

Nessun commento :

Posta un commento