ROSAJANSKI DOLUNO - Dulïna se nalaža tu-w Reġuni Friuli-Venezia Giulia. Göra Ćanïnawa na dilä di mërä ta-mi to Laško anu to Buško nazijun.
State ascoltando, ITALY RVR Radio Val Resia.Le trasmissioni in Lingua Resiana sono a cura di Tiziano Quaglia.Saranno trasmissioni settimanali dalla Domenica fino al Sabato successivo con i seguenti orari: Ore 13:00 e Ore 21:00 tutti i giorni. Ci sarà anche una edizione notturna alle ore 03:00 per favorire gli ascolti da oltre Oceano ( ore 20-21-22 in U.S.A. e intero continente Americano).---- You are listening to, ITALY RVR Radio Val Resia.Le broadcasts Resian Language are by Tiziano Quaglia. They will be broadcast weekly from Sunday until next Saturday at the following times: 13:00 and 21:00 every day. There will also be a night edition at 03:00 order to attract listeners from overseas (20-21-22 hours in the US and the American continent)


IL SITO DEDICATO A TUTTO IL POPOLO RESIANO CHE TENACEMENTE CONTINUA A DIFENDERE LINGUA,CULTURA E TRADIZIONE


Il Popolo Resiano, lotta contro l'imposizione all'appartenenza alla Minoranza Nazionale Slovena

lunedì 1 settembre 2014

A TUTTI I COMPONENTI DELLE ASSOCIAZIONI CORO MONTE CANIN E GRUPPO FOLKLORISTICO VAL RESIA

LEGGETE QUESTO DOCUMENTO

A Voi tutti un appello per convincere i componenti dei Vostri Direttivi ad Uscire dall'Associazione della Minoranza Slovena.
Se ognuno di Voi si rende partecipe, la lotta Democratica per il riconoscimento della Nostra e Vostra Cultura sarà sicuramente un successo.
Non fatevi influenzare da coloro che remano contro corrente. 
Stando associati a questa organizzazione, si comunica al Mondo che queste due Associazioni sono parte della Cultura e delle Tradizioni Slovene.

Ricordatevi che tutti Noi, siamo RESIANI, SEMPLICEMENTE RESIANI

Non dimenticatelo, MAI.

7 commenti :

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andrea, occhio... ti è scappato un "Resije" invece del più corretto "Rezije"........

      ;-)

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Caro Andrea, la grafia slava la capisco e la leggo benissimo.
      Facciamo così: per me il Resiano potrebbe anche adottare la grafia slava o coreana o anche marziana senza alcun problema.
      Ma, per l'ennesima volta, torno a ripetere che quello che non sopporto sono le ingerenze slovene in Valle e il volerci far cadere nelle braccia di "mamma" Slovenia. Torno a ripeterlo, per chi fa finta di non capire.

      Sbuhan.

      Elimina
  2. Il messaggio finora non è stato recepito. Non ci illudiamo che queste associazioni facciano un passo indietro. Non ci spero tanto per: Circolo Culturale resiano “Rozajanski Dum”, con sede a Prato di Resia, o ZSKD Unione circoli culturali sloveni, con sede a Stolvizza, perché queste associazioni sono nate proprio in funzione di fare parte della cultura e delle tradizioni slovene, ma mi meraviglio di queste altre due associazioni, valle a dire: il “Coro Monte Canin” e il “Gruppo Folkloristico Val Resia”. Questi due gruppi sono nati, invece, proprio in funzione della cultura e delle tradizioni resiane, e allora che cavolo stanno a fare in questa Associazione della Minoranza Slovena? Interessi, convenienze, piaceri o semplicemente una appartenenza sciocca, ingenua e sprovveduta? Vogliono continuare a farne parte, pazienza, fino ad un certo punto, perché ci sono i mezzi per farli riflettere. Uno di questi è boicottarli, intralciare il loro percorso non partecipando e non sostenerli in nessuna manifestazione organizzata in Val Resia. Far mancare loro il sostegno ed il conforto della gente resiana. Forse solo in questo modo si potrebbe ottenere l’effetto desiderato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con lei su tutto.
      Però boicottare e non sostenere il Coro Monte Canin e il Gruppo Folkloristico mi pare eccessivo anche perché così, secondo me, non si otterrebbe nulla.
      Magari sarebbe meglio pensare a una forma di "protesta" più costruttiva come, per esempio, un dibattito o una contestazione punto su punto, pretendendo delle risposte, da attuare ad ogni esibizione di queste due associazioni.
      Certo che spiace vedere la resianità portata in giro per il mondo con, appiccicata sulla schiena, un'etichetta falsa.
      Purtroppo non credo che dietro a questi "apparentamenti" ci siano sciocchi, ingenui o sprovveduti.
      Come si dice, "pecunia non olet" e, a quanto pare, la "pecunia" d'oltre Canin per alcuni ha un profumo irresistibile.

      Sbuhan

      Elimina
    2. Per riprendere la nostra identità e tutelare i nostri usi e costumi, e tutto quello che ne consegue, visto che il buonismo finora usato non ha portato a dei risultati soddisfacenti, penso che la protesta più contruttiva sia quella di provare a percorrere strade diverse, magari anche quelle impopolari, ma più efficaci ed incisive. Se per sopravvivere ho bisogno di vendere la propria identità, che poi ne siamo coinvolti tutti, allora è meglio mettere le cose in chiaro subito. Per troppo tempo i "signori", ci stanno prendendo in giro, è l'ora di dire, basta! Tutti I mezzi sono buoni purchè ne giustifichino il fine.

      Elimina