ROSAJANSKI DOLUNO - Dulïna se nalaža tu-w Reġuni Friuli-Venezia Giulia. Göra Ćanïnawa na dilä di mërä ta-mi to Laško anu to Buško nazijun.
State ascoltando, ITALY RVR Radio Val Resia.Le trasmissioni in Lingua Resiana sono a cura di Tiziano Quaglia.Saranno trasmissioni settimanali dalla Domenica fino al Sabato successivo con i seguenti orari: Ore 13:00 e Ore 21:00 tutti i giorni. Ci sarà anche una edizione notturna alle ore 03:00 per favorire gli ascolti da oltre Oceano ( ore 20-21-22 in U.S.A. e intero continente Americano).---- You are listening to, ITALY RVR Radio Val Resia.Le broadcasts Resian Language are by Tiziano Quaglia. They will be broadcast weekly from Sunday until next Saturday at the following times: 13:00 and 21:00 every day. There will also be a night edition at 03:00 order to attract listeners from overseas (20-21-22 hours in the US and the American continent)


IL SITO DEDICATO A TUTTO IL POPOLO RESIANO CHE TENACEMENTE CONTINUA A DIFENDERE LINGUA,CULTURA E TRADIZIONE


Il Popolo Resiano, lotta contro l'imposizione all'appartenenza alla Minoranza Nazionale Slovena

sabato 30 gennaio 2016

Assemblea 2016 I.T.V.R.

Domenica 24 gennaio si è svolta l’annuale assemblea ordinaria di Identità e Tutela Val Resia. Fra i tanti soci partecipanti, molto gradita la presenza del nostro Parroco di Resia, del Sindaco e della segretaria del Console Russo in Italia.
Il presidente accertata la presenza dei consiglieri partecipanti, in sessione ordinaria con numero legale in seconda convocazione alle ore 15.00, - dopo che la prima convocazione (ore 6.00) è andata nulla per mancanza di numero legale- alla presenza dei soci + deleghe con diritto di voto.
    Il Presidente constatata la regolarità fa dare atto che; ai sensi dell’articolo 4 dello statuto sociale l’assemblea è regolarmente costituita e atta a deliberare. - Passando alla trattazione dell'Ordine del Giorno;
1. Relazione del Presidente 2. Bilancio Consuntivo 2015
    3. Bilancio Preventivo 2016 4. Varie
Il Presidente Alberto Siega ha illustrato l’attività svolta, a promuovere iniziative per la tutela della nostra Identità e per il riconoscimento della Cultura e della Lingua Resiana.
Molto importante è la prossima iniziativa che si terrà a Resia: la raccolta firme per l’uscita dalla Legge 38, che forzatamente ci inserisce in una minoranza di cui noi Resiani non abbiamo mai fatto parte.

Dopo i ringraziamenti ai presenti con distinguo per il direttivo e ai conduttori dei Blog per il loro impegno, pone un distinguo particolare ai consiglieri personali di sostegno per la serietà e dedizione alla causa resiana, ha proseguito nel ringraziare il Console Onorario Russo per l'attenzione posta alle problematiche di Resia e per avere inviato con delega di rappresentanza la segretaria che ha portato i saluti dello stesso.
Molto gradito l’intervento della stessa, che ha espresso apprezzamenti e interesse per la nostra Cultura e per la tenacia con cui difendiamo la nostra Identità. Ha promesso di attivarsi per stabilire legami e contatti fra le nostre culture che già esistevano, con studiosi e personaggi importanti Russi che avevano visitato Resia già nel 1800, ha presentato i programmi di collaborazione rivolti alla popolazione resiana presentando le iniziative atte per Resia in programma; - un gemellaggio con un comune Russo ed una festa dei russi in Italia da svolgersi a Resia - il che viene accolto con un scrosciante applauso.
Al Signor Sindaco il presidente Siega, dopo il benvenuto pone due domande; la prima come cittadino e componente dell'associazione ITVR, se condivide ancora l'atto statutario firmato il 9 gennaio 2007 per la difesa del resiano; la seconda come Sindaco, se non vi sia giunto il momento di porre fine alle schermaglie atte a Resia per la minoranza slovena e chiede di indire un Consiglio Comunale dove all'Ordine del Giorno sia posta la problematica di ; - resiani o sloveni – in quanto solo con una pacificazione si potrà programmare il futuro di Resia.
Le risposte del sindaco arrivano precise e puntuali confermando il suo sostegno personale e ci ha illustrato l’iniziativa per il riconoscimento della Cultura Resiana come Patrimonio immateriale dell’Unesco, iniziativa molto apprezzata e sostenuta da tutti i presenti, conferma la sua volontà nel continuare, anche se a piccoli passi, alla ricerca della Tutela ed al riconoscimento della minoranza resiana. - Alla seconda risposta; da Sindaco; alla proposta di indire un consiglio "ad hoc"  per una definitiva collocazione resiana, presenta una delibera emanata dalla Regione in ragione alle unioni comunali UTI che prevede il Comune di Resia svincolato dall'aggregazione dai comuni della Val Canale e Canal del Ferro il che ha portato euforia nei presenti con un lungo applauso di approvazione, nella speranza che si attui la riforma in concreta programmazione della proposta.
Si prosegue la lettura dei bilanci; Consuntivo 2015 e Preventivo 2016, che la cassiera da lettura e che vengono confermati con approvazione all’Unanimità.
Viene informata l'assemblea di una raccolta Firme per inoltrare al Presidente della Repubblica ed al Consiglio Paritetico per la Minoranza Slovena, la richiesta rivolta alla modifica alla legge 38/01 ed all' uscita dalla stessa del Comune di Resia per un riconoscimento della minoranza resiana a -sè stante-
Al termine il presidente invita i presenti a estendere l'invito a votare tutti coloro che hanno le credenziali a farlo, cioè tutti coloro che sono iscritti nelle liste elettorali del Comune di Resia e propone di pubblicizzare la: - FIRMA DAY - con lo slogan:


VIENI A SOTTOSCRIVERE LA NOSTRA RICHIESTA E' UN TUO DIRITTO

NON MANCARE ! - VOTA E FAI VOTARE


DIFENDI LA TUA IDENTITÀ RESIANA E QUELLA DEI TUOI FIGLI

Nessun commento :

Posta un commento