ROSAJANSKI DOLUNO - Dulïna se nalaža tu-w Reġuni Friuli-Venezia Giulia. Göra Ćanïnawa na dilä di mërä ta-mi to Laško anu to Buško nazijun.
State ascoltando, ITALY RVR Radio Val Resia.Le trasmissioni in Lingua Resiana sono a cura di Tiziano Quaglia.Saranno trasmissioni settimanali dalla Domenica fino al Sabato successivo con i seguenti orari: Ore 13:00 e Ore 21:00 tutti i giorni. Ci sarà anche una edizione notturna alle ore 03:00 per favorire gli ascolti da oltre Oceano ( ore 20-21-22 in U.S.A. e intero continente Americano).---- You are listening to, ITALY RVR Radio Val Resia.Le broadcasts Resian Language are by Tiziano Quaglia. They will be broadcast weekly from Sunday until next Saturday at the following times: 13:00 and 21:00 every day. There will also be a night edition at 03:00 order to attract listeners from overseas (20-21-22 hours in the US and the American continent)


IL SITO DEDICATO A TUTTO IL POPOLO RESIANO CHE TENACEMENTE CONTINUA A DIFENDERE LINGUA,CULTURA E TRADIZIONE


Il Popolo Resiano, lotta contro l'imposizione all'appartenenza alla Minoranza Nazionale Slovena

sabato 13 maggio 2017

Incontro delegazione russa

Giovedì 11 maggio alla presenza del Sindaco Sergio Chinese, vicesindaco Cristina Buttolo e all'assessore Francesca Beltrame si è tenuto nel Municipio di Resia un incontro con una delegazione Russa,tra cui un'antropologa.
All’incontro ha partecipazione una delegazione di ITVR, il Presidente Alberto Siega, Dino Di Lenardo e Carlo Altomonte.
Presente anche la giornalista del Messaggero Veneto dott.ssa Giacomina Pellizzari.

Il Sindaco Chinese ha illustrato ampiamente la specificità Resiana, relativamente al Patrimonio Storico, Culturale e Linguistico, evidenziando l'imposizione della minoranza slovena.

Nel proseguo dell’incontro il Sindaco ha evidenziano l'iniziativa dell'Associazione ITVR per il gemellaggio con Fryazino, Città Russa, esprimendo l'interesse di coronare un dialogo di amicizia e di collaborazione fra i due paesi gemellati.

Altro argomento di grande interesse è stato il progetto di una ricerca storica a Resia, che ha suscitato l’attenzione dell'antropologa e la conseguente sua adesione all'iniziativa, che presenta però le usuali difficoltà dovute alla burocrazia e alla necessità di reperire finanziamenti per la buona riuscita (si spera in finanziamenti nazionali ma anche privati).

All’incontro con la delegazione Russa, ha fatto seguito un brindisi di benvenuto presso l'Albergo alle Alpi, seguita da una cena privata col sindaco.

15 commenti :

  1. Dopo varie smentite adesso siamo di nuovo russi?

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Sicuramente non sono un assimiliato, perche' mantengo viva la mia lingua madre.

      Elimina
  3. Devi specificare quale lingua, perché ne abbiano una anche in bocca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come banalizza lei, nessuno... E forse va proprio bene cosi'...

      Elimina
  4. La mia é pure e semplice semplificazione, la banalizzazione la lascio a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, ci esponga, semplificando ovviamente, la sua soluzione per evitare che la lingua italiana(o qualunque altro idioma attualmente in uso a Resia) possa sostituirsi alla lingua resiana(specialmente nella nuova generazione).

      Elimina
  5. dovrei qui riportare ciò che disse un buffone quando per la prima volta fu annunciato l'arrivo dei russi a Resia. Come si può notare sono giunti e continueranno ad arrivare. Ai russi non interessa la lingua Resiana se non marginalmente ed a scopo di studio come a scopo di studio l'antropologa che farà ricerca sul dna per togliere definitivamente i Resiani dagli sloveni. solo un povero di spirito spaesato parla di sostituzione della lingua Resiana che invece è propria di chi con prepotenza vorrebbe Resia slovena. Qualcuno farebbe bene a tenere la lingua in bocca e ogni tanto mordersela giusto per sapere che è ancora vivo ma noto che continua a dire solo fesserie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se gli antropologi fanno i test genetici su delle persone per "toglierle" dalle altre...qua bisogna usare google traduttore per questo commento.

      Elimina
  6. Io,io,io,io, sempre io,io ho sempre ragione, voi non avete mai ragione, perché la ragione é sempre mia. C' é un detto che dice: Vai avanti tu c...no che a me scappa da ridare. Forse la differenza fra la ragione ed il ridere, in questo caso, c' e poco da ridare, perché su certe affermazionicc'è solo da piangere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Continuo a non leggere prove, argomentazioni o semplici deduzioni valide per escludere il Resiano dall'appartenere alla famiglia delle parlate slovene. Non vedo niente di credibile o serio nelle continue affermazioni Anti slovene.

      Elimina
    2. "L'io, io, io ho sempre ragione"mi sembra applicabile a me come a tutti qui, lei compresa, lei mica commenta ammettendo di non avere ragione, scusi...

      Elimina
    3. Risposte del menga, risposte che non stanno in piedi. Qui si vedono lucciole per lanterne.

      Elimina
  7. bisogna far sapere all'intelligente di turno che l'antropologo studia l'uomo per le sue caratteristiche ed il suo comportamento, studia i tratti somatici, la conformazione cerebrale, morfologia e stato psico evolutivo. Lo studio del cranio è come il dna, dice da dove arrivi e chi sei. sarebbe bene ogni tanto leggere il libro degli ignoranti (vocabolario). l'ignoranza congenita non fa distinguere tra le parlate slave e le parlate slovene che sono due cose distinte. Tanti asini sono sembrano uguali ma sono di famiglie diverse

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono "distinte" ma l'una e' una componente dell'altra. Tutti gli slavi sono in un rapporto di parentela, inclusi noi Resiani, con buona pace di chi, con un inganno torbido ci vorrebbe neolatini. Siamo slavi e quindi vicini agli sloveni, tutto il resto e' assimilazione e demagogia. E' tutto estremamente chiaro e semplice.

      Elimina